Foto della pagina

Note

In questa pagina vogliamo raccontarvi il nostro viaggio nella Napoli nascosta, la Napoli che purtroppo non finisce quasi mai sui rotocalchi, la Napoli vera, la Napoli che ha, insomma, tutte le carte in regola per fregiarsi del titolo di città più bella del mondo!

Fattariélli

  • Le buche nelle strade di Napoli sono una tradizione che va avanti dai tempi di Ferdinando IV

    Postato: 16 mag

    Lamentarsi delle buche nelle nostre strade ormai è un' abitudine! Ormai si può affermare che tali deformazioni del manto stradale siano entrate di diritto nel novero delle tradizioni partenopee! E tale nostra supposizione è rafforzata da antichi racconti che riportavano che Ferdinando IV era solito andare a trovare la Duchessa di Florida al Vomero, in carrozza. Una volta, a causa della strada mal-curata e piena di fossi il suo "di dietro" ne risentì per gior...

  • A Napoli è stata scoperta l'immortalità, o quasi!

    Postato: 15 mag

    Circa centocinquant'anni dopo il delitto di Maria D'Avolas e del suo amante Fabrizio Carafa per mano del Principe Carlo Gesualdo, (per conoscere il mito del fantasma di Maria D'Avolas, cliccare qui) Palazzo Sansevero fu acquistato dall'alchimista Raimondo di Sangro, principe di Sansevero (nel ritratto qui a destra).  Dei tanti Principi di San Severo vissuti a Napoli il più vivo nella fantasia popolare è sicuramente Raimondo, un personaggio davvero sorprendente vissut...

  • Il fantasma di palazzo Don''Anna, il palazzo Palaldini di Un Posto al Sole

    Postato: 15 mag

    Il palazzo Donn'Anna, ubicato nella parte iniziale di via Posillipo (venendo da Largo Sermoneta) a picco sul mare, è un palazzo monumentale risalente al XVII secolo, nonché uno dei più celebri palazzi di Napoli, e luogo di ambientazione della soap opera televisiva Un posto al Sole. Fu fatto costruire nel '600, per volontà di donna Anna Carafa, consorte del viceré Ramiro Núñez de Guzmán, duca di Medina de las Torres. Il progetto per la real...

  • La legenda dell'isolotto di Megaride (dove sorge Castel dell'Ovo)

    Postato: 15 mag

    Megaride é l'isolotto (nella foto qui a destra) ove sorge Castel dell'Ovo. Un luogo oggi molto misterioso, le cui origini lo sono ancor di più. Si dice sia il luogo ove la sirena Parthenope andò a morire, fecondandolo, in questo modo, e consentendo la nascita di Napoli. E secondo la legenda, un tempo, molto prima che il castello fosse costruito, Megaride era una vera e propria oasi naturale. Probabilmente proprio perchè fecondata da Parthenope, fiori e piant...

  • Il miracolo del sangue di San Gennaro

    Postato: 15 mag

    Secondo la tradizione, il sangue di san Gennaro si sarebbe sciolto per la prima volta ai tempi di Costantino I,  quando il vescovo Severo (secondo altri il vescovo Cosimo) trasferì le spoglie del santo dall'Agro Marciano, dove era stato sepolto, a Napoli. Durante il tragitto avrebbe incontrato la nutrice Eusebia con le ampolline del sangue del santo: alla presenza della testa, il sangue nelle ampolle (come quelle nell'immagine qui a destra) si sarebbe sciolto. Sto...

  • Perchè i napoletani sono noti anche come partenopei?

    Postato: 16 mag

    Secondo i padri della filosofia della Grecia antica, l’acqua era all’ origine della vita, e, per Napoli, questo può esser più vero che per altri luoghi. Neapolis trova le sue origini proprio dalla costa, quella dell’isolotto di Megaride (nella foto qui a destra), dove si specchia l’imponente Castel dell’Ovo. Il mito della fondazione di Neapolis, risalente ad epoca arcaica ed arrivato, dopo numerose versioni e rimaneggiamenti, all’era contemporane...

  • Il mito di Masaniello

    Postato: 16 mag

    Tutto inizia nei primi di Giugno del 1647 quando Masaniello (che possiamo vedere in un ritratto qui a sinistra), umile pescivendolo, grazie alle sue doti carismatiche fu incaricato di istruire un gruppo di giovani lazzari a fare la parte dell'esercito degli infedeli (Alardi) nella festa della madonna del Carmine che si sarebbe fatta di li a pochi giorni. Molto probabilmente Masaniello fu contattato in segreto anche da Don Giulio Genoino, vera mente della rivoluzione. I moti i...

  • Perchè Castel dell'Ovo si chiama così? Il mito dell'uovo nella bottiglia

    Postato: 15 mag

    Nel Medioevo normanno e angioino partenopeo, si sviluppò, e vi trovò enorme credito, una teoria che ancora oggi resiste dopo centinaia e centinaia di anni, pronunciata da un illustrissimo personaggio: Virgilio, conosciuto a Napoli come “il Mago”.   I rapporti del grande poeta latino con Neapolis sono moltissimi; la città che ancora ne onora la tomba nel parco di Piedigrotta che porta il suo nome (com'è possibile vedere nella foto q...

  • Il fantasma che vaga vaga tra l'obelisco di S. Domenico Maggiore e palazzo Sansevero

    Postato: 16 mag

    A Napoli tutti erano a conoscenza della tresca tra la bella Maria D'Avalos, legittima consorte di Carlo Gesualdo  principe di Venosa, famoso madrigalista, innamoratissimo della splendida ma irrequieta Maria, e Fabrizio Carafa duca D'Adria. La nobiltà sussurra, il popolo commenta, con divertita indulgenza, l'audacia dei clandestini amanti. Ma l'amore rende ciechi. Don Carlo per qualche tempo non vede o non vuole vedere quel che gli succede intorno. La passione tra ...

  • Gli incredibili misteri di Cappella Sansevero

    Postato: 16 mag

    La Cappella di Sansevero dei Sangro (nella foto a destra il suo interno) racchiude le spoglie dei membri della famiglia ma anche numerosi misteri. E' di sicuro tra i luoghi più magici e misteriosi della Città e si trova in via Francesco de Sanctis 17, nelle immediate vicinanze di Piazza San Domenico Maggiore.  Tra il 1744 e il 1766, quella che in origine era una semplice chiesetta, divenne per mezzo del Principe Raimondo di Sangro uno dei luoghi più mist...

  • Ma chi è (o cos'è) davvero 'o Munaciello?

    Postato: 15 mag

    Il personaggio esoterico più noto e temuto-amato dal popolo napoletano è senza dubbio " 'o Munaciello", una sorta di spiritello bizzarro che si comporta sempre in modo imprevedibile e sul quale sono sorte infinite leggende metropolitane e detti popolari. E' così vasta la testimonianza che riguarda questa simpatica "entità" che non vi è posto per nessun dubbio sulle sue "manifestazioni", che spesso sono oggetto di vivaci discussioni - da "basso" a "basso" - su c...

  • Perchè a Napoli si mette una piccola scopa dietro la porta d'ingresso?

    Postato: 16 mag

    La Janara, nella credenza popolare napoletana, soprattutto in quella contadina, è una delle tante specie di streghe che popolavano i racconti popolari. Il nome potrebbe derivare da Dianara, ossia "sacerdotessa di Diana", oppure dal latino ianua, "porta": era appunto dinanzi alla porta, che, secondo la tradizione, era necessario collocare una scopa, oppure un sacchetto con grani di sale per allontanarla; la strega infatti, costretta a contare i ...

  • Ma chi è (o cos'è) 'A Bella 'Mbriana?

    Postato: 16 mag

    Il personaggio indicato come 'A Bella 'Mbriana, secondo la leggenda, rappresenterebbe lo spirito benigno di Napoli. E' una sorta di anti-munaciello. Avere questa presenza mistica nelle case significa avere benessere e salute. E' rappresentata come una bella donna molto ben vestita paragonabile alla fata delle favole dei bambini. E' anche detta Meriana oppure 'Mmeriana. La derivazione etimologica proviene dal latino meridiana il cui mariana indica l'ombra q...

Album

(Massimo 200 caratteri)

(Massimo 256 caratteri)